L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

La Via Crucis di Botero a Palermo, unica tappa italiana per La Pasión de Cristo

Dopo aver fatto tappa a New York, Medellin, Lisbona e Panama, la mostra "Via Crucis. La Pasión de Cristo" di Fernando Botero (costituita da 27 dipinti ad olio e 34 disegni) sarà ospitata a Palermo nelle Sale di Duca di Montalto del Palazzo Reale dal 21 marzo al 21 giugno.

Promossa dall'Assemblea regionale siciliana, dalla Fondazione Federico II e dal Museo colombiano di Antioquia quella palermitana sarà l'unica tappa italiana. Donate dall'artista al Museo di Medellin, sua città natale, nel 2012 le opere rappresentano uno dei grandi temi dell'arte fin dal XVI secolo.

"Ho fatto queste opere - spiega l'artista colombiano - perché è un momento fondamentale della vita di Gesù e perché è un argomento che è andato scomparendo poco a poco nella storia della pittura: non ci sono elementi satirici in questo lavoro che è pervaso di grande rispetto".

Sull'apparizione dello stesso artista ne "Il bacio di Giuda", Botero spiega: "Un'altra tradizione era quella di dipingere il proprio ritratto all'interno dei temi biblici. Masaccio accanto a Gesù nella Cappella Brancacci a Firenze, Pinturicchio negli affreschi di Siena e Michelangelo nel Giudizio Universale alla Cappella Sistina e via dicendo. Ho indossato il miglior vestito della festa per apparire accanto a Cristo. Non poteva essere diversamente".