L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

testata Telecampus 50 1336
Fabrizio Micari 20

Il rettore Micari ha spiegato al Corpo Accademico le ragioni della sua candidatura a Presidente della Regione


Micari ha annunciato di aver chiesto la collocazione in congedo straordinario a decorrere dal 7 settembre e per tutta la campagna elettorale. A reggere l'Ateneo fino alle elezioni regionali saranno quindi il prorettore vicario e quattro prorettori tematici.

Ha tradito una certa emozione il rettore Fabrizio Micari nel comunicare a sua decisione di candidarsi alle elezioni di Presidente della Regione Siciliana nel corso di un incontro si è svolto in una sala delle Capriate particolarmente affollata di docenti, componenti del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, delegati e dirigenti.
“Grazie alla collaborazione del direttore generale e di tutti gli altri colleghi – ha detto il rettore – in questi primi due anni di mandato abbiamo realizzato molte iniziative riorganizzando la macchina amministrativa che adesso funziona abbastanza bene. Potevo quindi benissimo rinunciare alla candidatura e continuare a fare il rettore, il che sarebbe stato anche più facile, ma ho accettato la sfida a candidarmi a presidente della Regione, per portare avanti l’Università e soprattutto per garantire ai nostri giovani, la maggior parte dei quali adesso deve lasciare l’isola per trovare un posto di lavoro un futuro migliore. Se mi sono messo in gioco è perché voglio vincere e sono certo che con il vostro sostegno questo accadrà”.
Nella stessa circostanza Micari ha annunciato di aver chiesto la collocazione in congedo straordinario a decorrere dal 7 settembre e per tutta la campagna elettorale: “L’ho fatto non per ragioni d’obbligo, ma di opportunità – aggiunge – per separare la mia attività da quella dell’Ateneo. Ho preferito separare infatti, la mia attività da quella dell’Università per evitare che nessuna delibera del Consiglio di Amministrazione o del Senato Accademico da adottare potesse essere non considerata terza”.
A reggere l'Ateneo fino alle elezioni regionali saranno quindi il prorettore vicario e quattro prorettori tematici. “La norma - aggiunge Micari - oltre all'elezione del rettore prevede anche l'elezione di un prorettore, si vota in ticket. E' stato eletto il professore Fabio Mazzola, la macchina dell'ateneo è ben funzionante. C'è un lavoro di squadra che abbiamo portato avanti in questi anni, insomma non ci saranno problemi".

Il 14 maggio conferimento della Laurea Honoris Causa ad Alberto Angela

La cerimonia si svolgerà alle 11 nella Sala delle Capriate allo Steri Grande appuntamento culturale per l’Ateneo palermitano. Il 14 maggio, infatti, verrà conferita la Laurea Magistrale Honoris Causa in “Comunicazione del Patrimonio Culturale” ad Alberto Angela, paleontologo, naturalista, divulgatore scientifico e scrittore.  La cerimonia si svolgerà  alle 11 nella Sala delle Capriate allo Steri, sede del Rettorato. Sono previsti i saluti di Fabrizio Micari, rettore dell’Università... segue

Piano Lauree Scientifiche, l'Ateneo palermitano è capofila per Statistica

Attraverso il PLS, il  Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si propone di promuovere le Lauree scientifiche di base e di favorire l'acquisizione di competenze scientifiche più adatte alle sfide che gli studenti dovranno affrontare nella società contemporanea e nel mondo del lavoroÈ l'Ateneo palermitano il capofila del Piano Lauree Scientifiche (PLS) 2017-2018 di Statistica, coordinato dal professore... segue

Dal 6 maggio via al Laboratorio "Medical Humanities"

Sarà articolato in lezioni ed esercitazioni che si svolgeranno nell’aula B dell’edificio 12 in viale delle Scienze, con inizio alle ore 14, per un totale di 25 oreAvrà inizio il 6 maggio il Laboratorio "Medical Humanities", espressione con cui si indica  il cambiamento dell’immagine stessa della Medicina, attraverso la mobilitazione e il perfezionamento di tanti e diversi saperi... segue