L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Venerdi, 23 febbraio 2018 ore 19:11
testata Telecampus 50 1336

Il rettore Micari ha illustrato al Corpo Accademico le ragioni della sua candidatura a Presidente della Regione Siciliana

Fabrizio MicariIl rettore Micari nell'illustrare al Corpo Accademico le ragioni della sua candidatura a Presidente della Regione in una riunione nella Sala delle Capriate allo Steri particolarmente affollata di docenti, componenti del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, delegati e dirigenti, ha annunciato di aver chiesto la collocazione in congedo straordinario a decorrere dal 7 settembre e per tutta la campagna elettorale. A reggere l'Ateneo fino alle elezioni regionali saranno quindi il prorettore vicario Fabio Mazzola e quattro prorettori tematici.
“Grazie alla collaborazione del direttore generale e di tutti gli altri colleghi – ha detto il rettore – in questi primi due anni di mandato abbiamo realizzato molte iniziative riorganizzando la macchina amministrativa che adesso funziona abbastanza bene. Potevo quindi benissimo rinunciare alla candidatura e continuare a fare il rettore, ma ho accettato la sfida per portare avanti l’Università e soprattutto per garantire ai nostri giovani, la maggior parte dei quali adesso deve lasciare l’isola per trovare un posto di lavoro un futuro migliore. Se mi sono messo in gioco è perché voglio vincere e sono certo che con il vostro sostegno questo accadrà. La macchina dell'ateneo è ben funzionante. C'è un lavoro di squadra che abbiamo portato avanti in questi anni, insomma non ci saranno problemi durante il periodo di questa campagna elettorale".