L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Domenica, 19 novembre 2017 ore 22:37
testata Telecampus 50 1336

Tre docenti Unipa in corsa per il governo della Regione Siciliana

Micari Lagalla ArmaoTre candidature di tutto rispetto alle prossime elezioni regionali del 5 novembre in Sicilia provengono dalla comunità dell'Università degli studi di Palermo. Hanno manifestato la loro disponibilità a presentarsi alla competizione elettorale come governatore infatti tre docenti dell'Ateneo palermitano: il rettore Fabrizio Micari, il suo predecessore Roberto Lagalla, e il presidente del Consorzio universitario di Agrigento Gaetano Armao.
La candidatura di Fabrizio Micari è stata proposta e sostenuta con fermezza da Leoluca Orlando e finora sembrerebbe quella più probabile in una coalizione di centrosinistra tra PD e le forze politiche che si riferiscono al sindaco di Palermo, allargata ad Alternativa Popolare, il partito del ministro Angelino Alfano (ex Nuovo Centro Destra) che preme per la designazione di Giovanni La Via come vicepresidente, e ai centristi di Pierferdinando Casini e Gianpiero D'Alia. È appoggiata dai renziani siciliani rappresentati dal sottosegretario Davide Faraone.
Sembra invece che prevalga l'idea che Lagalla e Armao confluiscano entrambi nella coalizione di centrodestra, con un "ticket" che vede candidato governatore il leader di Diventerà Bellissima, Nello Musumeci, presidente della Commissione regionale Antimafia, ed Armao suo vicario. Lagalla (Idea Sicilia), che in passato ha già rivestito la carica di assessore regionale alla Sanità, dovrebbe avere adesso la delega all'Istruzione.