L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Giovedi, 24 maggio 2018 ore 17:46
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

Darwin Day al Museo Doderlein. Viaggio di un naturalista intorno al mondo

doderleinFebbraio è il mese dedicato a Darwin per celebrare la sua nascita, ma è anche il mese della nascita di Pietro Doderlein, il primo Professore chiamato a ricoprire la cattedra di Zoologia e Anatomia Comparata dell’Università degli Studi di Palermo, e fondatore del Museo di Zoologia oggi a lui dedicato.
“Il Darwin Day – spiega la Prof. Sabrina Lo Brutto – manifestazione internazionale dedicata al naturalista inglese che ha rivoluzionato il pensiero delle scienze biologiche, assume, di conseguenza, valenza doppia all’interno delle vetrine del Museo di via Archirafi, 16 a Palermo, in programma dal 12 febbraio al 1 marzo 2018”.
Darwin, con il suo L’origine delle specie, ci ha indirizzato verso il giusto modo di leggere la natura: la vita, in tutte le sue sfumature, è il risultato di una lunga storia evolutiva, di un lungo ma chiaro percorso. Ed è proprio il percorso tra la biodiversità animale il contesto in cui sarà possibile immergersi all’interno dei locali del Museo; un percorso didattico divulgativo supportato da pannelli didattici che sposa una riflessione tanto cara allo stesso naturalista inglese: "mentre il nostro pianeta ha continuato a ruotare secondo l’immutabile legge della gravità, da un così semplice inizio infinite forme, bellissime e meravigliose, si sono evolute e continuano a evolversi".
Ispirato da questo principio, lo scopo dell’allestimento intitolato Viaggio di un naturalista intorno al mondo è sì quello di ripercorrere le esplorazioni e i viaggi di Darwin sul Beagle (da cui il titolo del percorso), ma anche quello di ripercorrerlo da un punto di vista diverso da quello a cui siamo abituati; a fare da guida saranno infatti le migliaia di esemplari diversi raccolte da Doderlein più di 150 anni fa ed esposti nel Museo di Zoologia del Sistema Museale d’Ateneo dell’Università degli Studi di Palermo.