L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Mercoledi, 17 luglio 2019 ore 10:40
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

Siglato accordo di collaborazione tra il Dipartimento SEAS e l’Istituto Gramsci Siciliano

in bibliotecaL'obiettivo è di sviluppare modelli di valutazione per la misurazione dell’impatto sociale ed economico dei servizi bibliotecari, archivistici e dell’emeroteca

E' stato siglato un accordo tra il Dipartimento di Scienze economiche, aziendali e statistiche dell’Università degli Studi di Palermo (SEAS) e l'Istituto Gramsci Siciliano con l'obiettivo di sviluppare modelli di valutazione per la misurazione dell’impatto sociale ed economico dei servizi bibliotecari, archivistici e dell’emeroteca.
L’accordo è stato siglato presso il SEAS tra il direttore Marcello Chiodi, e il presidente dell’Istituto Gramsci, Salvatore Nicosia.
L’Istituto Gramsci Siciliano, che si trova presso i Cantieri culturali alla Zisa, già da tempo  si occupa di attività di raccolta, tutela e valorizzazione del patrimonio documentario, archivistico, bibliografico e di fonti orali relativo alla storia della Sicilia e al suo ruolo nell’area mediterranea, nonché di promozione culturale, di formazione, di istruzione e di ricerca in questo ambito specifico.
In base all'accordo,  il Dipartimento SEAS, provvederà alla costituzione di un gruppo di lavoro che, sotto la responsabilità del professore Gioacchino Fazio, delegato per la Terza Missione del SEAS, si occuperà, nell’ambito delle attività di ricerca sull’economia della cultura, di sperimentare modelli applicati di misurazione di impatto socio-economico dei servizi culturali per una migliore valorizzazione del patrimonio culturale siciliano.

Tags: Dal Campus