L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Lunedi, 17 giugno 2019 ore 21:43
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

“A trent’anni dal maxiprocesso…Una storia ancora attuale” Un seminario ripercorrerà le tappe dell’evento

Paolo Borsellino e Leonardo SciasciaSi svolgerà il 20 maggio alle 9.30 presso l’ Auditorium Rai. E’ organizzato dal dipartimento  Culture e società dell’Ateneo palermitano  e dall’Università degli studi di Pisa attraverso il master  "Analisi prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione" 

Il Dipartimento  Culture e società dell’Ateneo palermitano  e l’Università degli studi di Pisa attraverso il master  "Analisi prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione" , organizzano un seminario dal titolo “A trent’anni dal maxiprocesso…Una storia ancora attuale”. L’evento si svolgerà il 20 maggio alle 9.30 presso l’ Auditorium Rai , in viale Strasburgo 19 a Palermo. Proprio trenta anni fa, dinanzi alla prima sezione della Corte di Assise di Palermo, presieduta da Alfonso Giordano, il 10 febbraio 1986, si avvia il dibattimento del processo a carico di Abbate Giovanni + 474, che sarà conosciuto come il “maxiprocesso” alla mafia. Lo istruiscono un gruppo di magistrati composto da Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Giuseppe Di Lello e Leonardo Guarnotta; a guidarli Antonino Caponnetto. Il seminario sarà un occasione per ripercorrere le tappe principali di quell’evento storico, analizzando le trasformazioni delle mafie e approfondendo il rischio che i sistemi criminali rappresentano oggi per la democrazia.
L’incontro si aprirà con i saluti di Fabrizio Micari, rettore Università degli Studi di Palermo, Guido Nicolò Longo, questore di Palermo, Maricetta Di Natale, direttrice Dipartimento “Culture e società” – Università di Palermo. Introducono Don Luigi Ciotti - presidente di Libera, che appoggia l’iniziativa, Alessandra Dino, Università degli Studi di Palermo, Alberto Vannucci, Università degli Studi di Pisa. Successivamente arà proiettato un video documentario  “Nella terra degli infedeli” di Salvatore Cusimano. Interverranno Salvatore Cusimano, direttore della Sede Rai Sicilia, Vincenzo Gervasi, avvocato, già difensore di parte civile al maxiprocesso, Leonardo Guarnotta, già presidente del Tribunale di Palermo, Gioacchino Natoli, presidente della Corte di Appello di Palermo. Inoltre, Arci Sicilia proietterà il video “Giovanni Falcone”.
Il programma del pomeriggio è  riservato agli studenti del Master in "Analisi prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione" dell’Università degli Studi di Pisa e agli studenti dei Corsi di Studio di Psicologia Clinica e di Scienze della Comunicazione Pubblica, d’Impresa e Pubblicità dell’Università degli Studi di Palermo (previa prenotazione). Alle 17 presso i locali dell’ex Convento di Santa Caterina (piazza Vittoria), gli studenti incontreranno Guido Nicolò Longo, questore della Polizia di Stato di Palermo e si parlerà de “Le attività d’indagine e gli strumenti per il contrasto alla  criminalità organizzata mafiosa: trasformazioni nel tempo”. Mentre alle ore 18.30 presso la caserma Pietro Lungaro, in corso Pietro Pisani 126, ci sarà un incontro con  Luigi Lombardo, segretario generale Siap Palermo, che accompagnerà gli studenti nel dialogo con gli agenti del l’Ufficio scorte della Polizia di Stato su “Gli agenti dell’ufficio scorte: attività, vissuti ed esperienze dagli anni ’80 ai nostri giorni”.

Tags: Dal Campus