L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Giovedi, 13 dicembre 2018 ore 23:26
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

A Palazzo Comitini il Convegno internazionale “Nooj 2018”

logo nooj20182Tre diversi continenti e una decina di paesi differenti: ecco da dove vengono gli studiosi e i ricercatori che parteciperanno al Convegno internazionale NOOJ 2018. L'inaugurazione del convegno che durerà fino a venerdì 22 giugno 2018, è prevista per mercoledì 20 giugno 2018, alle 9, a Palazzo Comitini (Via Maqueda 100) a Palermo. I lavori proseguiranno nei due giorni successivi presso la stessa sede prestigiosa, messa a disposizione dalla Città Metropolitana di Palermo.
Cos'è NOOJ? È un sistema di trattamento automatico di testi e di corpora in lingue naturali. Dal livello ortografico, passando per il fonologico, il morfologico, il sintattico e giungendo al semantico, mette in grado gli studiosi di estrarre dati di rilievo e in grande quantità, anche, se non soprattutto destinati alle applicazioni pratiche della cosiddetta industria della lingua: un'industria che, in un'epoca di comunicazione come la presente, è in grande e costante sviluppo. Basti pensare come sia difficile oggi leggere se non tutto, anche una piccola parte delle informazioni che circolano vorticosamente. Che a farlo siano macchine, istruite in modo da essere capaci di scegliere adeguatamente ciò che interessa, è ovviamente un obiettivo molto appetibile. NOOJ si muove in tale direzione.
NOOJ è stato messo a punto da Max Silberztein, un ricercatore formatosi alla scuola parigina del Laboratoire Automatique Documentaire et Linguistique (CNRS e Université Paris 7) e attivo all' Université de Bourgogne Franche-Comté. Ha fin qui trovato applicazioni in arabo, francese, italiano, portoghese, romaní e in altre lingue. Gli studiosi che convergeranno a Palermo, arrivando oltre che dall'Italia, da Algeria, Bielorussia, Cile, Croazia, Francia, Marocco, Portogallo, Regno Unito e Tunisia, si confronteranno sui temi legati al suo promettente sviluppo: un soggetto di rilievo nel quadro del Natural Language Processing, in cui si incontrano e si confrontano la tecnologia più avanzata e le discipline umanistiche.
A organizzare l'importante evento scientifico sono Ignazio M. Mirto e Luisa Brucale, del Dipartimento di Culture e Società dell'Università palermitana. Si sono avvalsi, nell'occasione, della collaborazione di Mario Monteleone, dell'Università di Salerno, e dello stesso Silberztein, cui è affidata una relazione nella giornata di apertura. Nella medesima giornata, Mireille Piot, professoressa emerita dell'Université de Grenoble, e Annibale Elia, professore dell'Università di Salerno e direttore, presso la medesima università, del Dipartimento di Scienze politiche, sociali e della comunicazione, ricorderanno rispettivamente due importanti figure della ricerca nel campo del trattamento automatico delle lingue naturali: l'americano Morris Salkoff e il francese Maurice Gross.
Il programma completo dell'evento è disponibile al seguente indirizzo: https://nooj2018.wordpress.com/conference-program/.