L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

A Palermo il Colloquio Biennale dell'Associazione italiana di Diritto Comparato

palazzo steriIl capoluogo siciliano torna ad ospitare dopo 30 anni il Colloquio Biennale dell'Associazione Italiana di Diritto Comparato, presieduta dal professore Vincenzo Zeno-Zencovich ed il cui Segretario Generale è il professore Antonello Miranda.
L'evento avrà inizio da giovedì 11 alle ore 16 fino a sabato 13 giugno 2015, allo Steri (nella foto).
Il Colloquio è dedicato come 30 anni fa al tema dell'insegnamento del “Diritto Comparato”. Parteciperanno studiosi provenienti dal Sud e Nord America e da tutta Europa. Il taglio del convegno è, seguendo la tradizione comparatistica italiana, interdisciplinare e multidisciplinare raccogliendo i contributi di studiosi di diverse discipline scientifiche e non solo quindi di giuristi e comparatisti. Di rilevante interesse sarà la tavola rotonda iniziale presieduta dal professore Moccia, con la partecipazione dei professori Fauvarque -Cosson, Jutras, Pfersmann, Sherr, Trstenjak, Napolitano e di S.E. Raffaele Sabato, dedicata "all'eredità del pensiero di Patrick Glenn" autore di famosi manuali di diritto comparato.
Il 12 giugno alle ore 18 nella sala Magna dello Steri sarà, inoltre, presentato in ricordo del professore Giovanni Criscuoli, fondatore della Scuola Gius-comparatistica palermitana, il volume che raccoglie e ripropone gli scritti del docente, rivisitati dai comparatisti di oggi.
“Il Colloquio – afferma il professore Antonello Miranda - che è sponsorizzato dall'Ateneo di Palermo e dal Dipartimento di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali - DEMS, dal Consiglio Nazionale Forense e dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Palermo, è aperto a tutti gli studenti e colleghi che vorranno partecipare”.