L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Accedendo a qualsiasi suo elemento accetti l'uso dei cookie.

Martedi, 21 maggio 2019 ore 00:46
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Libertà di Frequenza
 

Palermo, 1937: la scoperta del Tecneto

La scoperta del TecnetoDomani, lunedì 18 febbraio a partire dalle 9.00, nella sede del Dipartimento di Fisica e Chimica - DiFC (via Archirafi, 36) si terrà il workshop scientifico internazionale “1937, Palermo: La scoperta del Tecneto” per celebrare la scoperta di Emilio Segrè e Carlo Perrier avvenuta nel 1937 all’Università degli Studi di Palermo.

L’incontro sarà introdotto dal Direttore del Dipartimento di Fisica e Chimica, Stefana Milioto,  dal Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare, Valerio Agnesi, e dai saluti istituzionali del Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, dell’Assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Siciliana, Roberto Lagalla, del Sindaco della Città di Palermo, Leoluca Orlando, del Presidente della Società Italiana di Fisica, Luisa Cifarelli, e del Presidente della Società Chimica Italiana, Angela Agostiano.

Alle 10.00 sarà inaugurato il Sito Storico della Società Europea di Fisica (EPS) con la consegna della targa di “EPS Historic Site”, che commemora i luoghi significativi in Europa per lo sviluppo e la storia della fisica, e il Dipartimento di Fisica e Chimica sarà intitolato ad Emilio Segrè, docente dell’Ateneo e Premio Nobel per la fisica nel 1959.

I lavori proseguiranno nel pomeriggio con gli interventi di studiosi e accademici che ripercorreranno le vicende storiche e scientifiche correlate alla scoperta del Tecneto.

Il workshop è organizzato in concomitanza alle celebrazioni che avranno luogo nel corso del 2019, Anno Internazionale della Tavola Periodica degli Elementi Chimici, indetto dall’UNESCO, a 150 anni dalla scoperta da parte di Dmitrij Mendelev del sistema periodico e della Tavola, il capolavoro della scienza per classificare gli elementi chimici.

Note Storiche

Nel 1937, a Palermo in via Archirafi 36, per la prima volta l’uomo separa e identifica il Tecneto, ultimo degli elementi naturali a essere isolato e il primo elemento chimico artificiale a essere prodotto. La scoperta del Tecneto avviene grazie a due importanti scienziati: Emilio Segrè e Carlo Perrier. L’elemento, con numero atomico 43 e simbolo Tc, è ottenuto da un campione di Molibdeno bombardato da nuclei di deuterio (deutoni o deuteroni) nel ciclotrone di Berkeley (California), e spedito da Ernest Lawrence ai due ricercatori di Palermo. Oggi, il Tecneto riveste un ruolo molto importante in medicina nucleare in quanto uno dei suoi isotopi, il Tecnezio-99 metastabile (Tc-99m), costituisce il principale radionuclide utilizzato in campo diagnostico.